Italianodoc: Il piacere di mangiare in Italia

Segnala Gratuitamente Sagre Eventi Manifestazioni: staff@italianodoc.com

Sagre ed Eventi: Tutte le Vostre Segnalazioni

HOMEPAGE

Sagre ed Eventi

Agriturismo

Alberghi

Campeggi

Ristoranti

Night

Guide all'Impresa   

 

 

PREMIO NAZIONALE MARIO PINTON - Padova

Universi Diversi

Castelli, miniature, astri ed alchimia.

La Padova Carrarese nel gioiello contemporaneo

“Premio Internazionale Mario Pinton”

Prima edizione.

 

Da circa vent’anni Padova dedica alla gioielleria contemporanea d’arte e di ricerca un’attenzione tutta particolare rendendo omaggio a una peculiare tradizione padovana, nata in città con la Sezione dei Metalli, fondata da Mario Pinton, presso la Scuola d’Arte Pietro Selvatico negli anni Cinquanta e internazionalmente identificata come Scuola Orafa Padovana, alla quale, nel 2008, la città ha dedicato una grande mostra a Palazzo della Ragione.

 

La presenza di forti personalità artistiche ha favorito l’inserimento di Padova nel circuito internazionale, dove è divenuta un punto di riferimento preminente per la ricerca dell’oreficeria contemporanea, luogo di scambio di idee, stili e scelte espressive, testimoniato dalle molte rassegne espositive che hanno richiamato decine di artisti da tutto il mondo.

 

 

 

 

Padova, da qualche tempo, riserva una nuova attenzione al ‘300, il secolo della Signoria carrarese, che pose la città come centro culturale internazionale grazie alla presenza di Giotto, Guariento, Petrarca, Giusto de’ Menabuoi e altri e propone quest’anno la grande mostra dedicata a Guariento e alla Padova carrarese. Collegandosi alla creatività e allo spirito di quel periodo ha anche voluto promuovere un nuovo evento legato ad uno dei suoi punti di eccellenza, rappresentato appunto dalla gioielleria contemporanea.

 

 

Lo ha fatto lanciando un concorso internazionale che nel nome si ricollega al caposcuola della sua gioielleria Mario Pinton e nei contenuti alla Padova del ‘300. Ecco nato il “Premio Internazionale Mario Pinton - Prima edizione. Castelli, miniature, astri e alchimia. La Padova Carrarese nel gioiello contemporaneo” che darà vita a una grande mostra nell’Oratorio di San Rocco dal 13 maggio al 17 luglio 2011.

 

L’opera vincitrice rimarrà al Comune di Padova e andrà ad arricchire le collezioni di Arte Contemporanea dei Musei Civici.

 

Il ruolo di punta che Padova occupa nell’ambito degli studi più recenti di oreficeria si è palesato nel numero di adesioni e nella qualità delle opere proposte. Alla mostra-concorso che si aprirà il 13 maggio parteciperanno, infatti, sessanta artisti orafi di fama internazionale, provenienti da tutto il mondo con opere di grandissimo livello, i quali si sono misurati con le tematiche proposte dal Premio, dai Castelli alle miniature, dagli astri all’alchimia, fino alla cultura, all’urbanistica, all’architettura del tempo. Gli artisti, infatti, sono stati ispirati soprattutto dalle mura trecentesche, dagli edifici del potere, ma anche dallo stemma dei Carraresi e dai giochi cromatici di Giotto e del Guariento, con riferimenti espliciti, con spunti per suggestioni astratte, sempre reinterpretati in chiave moderna.

 

Senza svelare anticipatamente ogni retroscena dell’importante evento espositivo, il pubblico avrà l’occasione unica e irripetibile di conoscere e apprezzare, solo per citarne alcuni: il tedesco Georg Dobler, il quale in una spilla unisce l’immagine di un complesso medievale, e materiali simbolici, come il marmo (rimando all’alchimia) o lo spinello (in riferimento agli astri); Giorgio Cecchetto, il quale, con una collana in alpacca, argento e rame, raffigura Padova, le sue mura e la Torloga, evocando l’affresco di Giusto de’ Menabuoi; Annamaria Zanella, che, con la sua spilla, offre una splendida interpretazione moderna degli angeli del Guariento; e ancora, Bruno Martinazzi, che con la sua collana “Ramo d’oro”, omaggia Petrarca e la classicità, Antje Brauer, la quale, con la sua spilla “Veicolo – Carro”, trasforma le ruote dei Carrresi in movimento, la tedesca Silvia Walz, che, con il suo bracciale “El Secretum”, rappresenta una miniatura di un libro o di una chiesa.

 

“Anche con questa mostra-concorso – afferma Andrea Colasio, Assessore alla Cultura del Comune di Padova – a distanza di molti secoli, lo stesso ruolo di protagonista rivestito da Padova nel Trecento, grazie ad una signoria illuminata, viene ora assunto da una città moderna, culturalmente e tecnologicamente avanzata, ma con la stessa genialità creativa e operativa, che nell’arte orafa ha trovato la sua forma di espressione artistica più alta.”

 

 “Con il Premio Mario Pinton - prosegue Mirella Cisotto, curatrice della Mostra – Padova rende omaggio alla propria Scuola orafa e segna un ulteriore accrescimento del suo ruolo nella gioielleria internazionale.”

 

Espongono:  Robert BAINES (Australia), Padua da Carrara bracelet: Lost and Found, The Lost "da Carrara" Bracelet has been Found, (Il bracciale Padova Da Carrara: perso e ritrovato. Il Bracciale Perduto "Da Carrara" è stato ritrovato), bracciale; Roberta BERNABEI (I/UK),Coscienza di sé, spilla; Adrean BLOOMARD (Roma), Affresco, spilla; Patrizia BONATI (Cr), collana; Antje BRÄUER (D), Vehikel/Karre (Veicolo/Carro), spilla; Helen BRITTON (D), Padua (Padova), collana; Enrico CABERLON (Bassano del G.), Eclissi di luce, collana; Francesca CANAPA (Mirano), Omaggio a Guariento, anello; Giorgio CECCHETTO (Pd), Cinta di mura, collana; Lucia DAVANZO (Pd), Patavium, bracciale; Francesca DI CIAULA (Roma), Orione, Sirio e Luna, pendente; Elviro DI MEO (Ce) e Antonio ROSSETTI (Cz), Memnoteca Turrita, pendente; Georg DOBLER (D), Carraresi’s Padova “Castles, Miniatures, Astrology and Alchemy: Carraresi’s Padua in Contemporary Jewellery” (“Castelli, Miniature, Astri e Alchimia. La Padova dei Carraresi nel Gioiello Contemporaneo), spilla; Beate EISMANN (D), Crossing Bridge (Attraversando i ponti), bracciale; Anna FORNARI (Pg), Dinamica, collana; Christiane FÖRSTER (D), Fischfang (Pesca), spilla; Fausto Maria FRANCHI (Roma), “Pittura di tocco”, omaggio a Guariento, spilla; Arata FUCHI (J/I), Wild Flower (Fiore Selvaggio), anello; Maria Rosa FRANZIN (Pd), Icona, spilla; Pilar GARRIGOSA (E), Fibbia, fibbia; Simonetta GIACOMETTI e Sonia STRUKUL (Pd), Angelo, pettorale - installazione; Lisa GRASSIVARO (Pd), Il Castello Carrarese: frammenti in contrasto, spilla; Mari ISHIKAWA (D/J), Parallel Worlds (Mondi paralleli), spilla; Beate KLOCKMANN (D/F), Carraresi Ring (Anello dei Carraresi), anello; Helfried KODRÉ (A), San Pelagio Carrarese, anello; Daniel KRUGER (Sud Africa/D), Necklace; Kadri MÄLK (EST), Rostrum II, Rostrum IV, Rostrum V, oggetti; Rita MARCANGELO (Roma), Ducato d’oro nero, spilla; Stefano MARCHETTI (Pd), Omaggio a Giovanni Dondi dell’Orologio, spilla; Paolo MARCOLONGO (Pd), Ars, collana; Bruno MARTINAZZI (To), Il ramo d’oro, collana; Christine MATTHIAS (D), braccialetto; Judy McCAIG (UK/E), Moon, Sun, (Luna, Sole), spille; Nanna MELLAND (N), Chatelaine (Catenella per reggere le chiavi), pendente; Marco MINELLI (Roma), Irreale, amplificatore stereofonico; Iris NIEUWENBURG (NL), Time Flies (Il Tempo vola), spilla; Barbara PAGANIN (Mira – Ve), Camino Carrarese, spilla; Renzo PASQUALE (Pd), Scatola prospettica, spilla; Ruudt PETERS (NL), Francesco, spilla; Hirv PIRET (EST), Aadam ja Eeva (Adamo ed Eva), anello; Annelies PLANTEIJDT (NL), Beautiful City – I’d love to live at colourful places (Bella Città - Desidero vivere su piazze colorate, spilla; Karen PONTOPPIDAN (D), Canvas #1318 – 2011 (Tela #1318-2011), spilla; Ramon PUIG CUYÀS (E), Prato della Valle (da Net-Work Series [Arquitectures subtils] n.° 1374), spilla; Piergiuliano REVEANE (Ve), Padova 1318 – 2011, spilla; Estela SAEZ VILANOVA (E/NL), When the moon becomes the sun (Quando la luna diventa il sole), spilla; Philip SAJET (NL), Coupé en Deux (Tagliato in due), anello; Chiara SCARPITTI (Na), Botanica, bracciale; Giovanni SICURO (Ud), Visitazione, pendente; Bettina SPECKNER (D), About the Colours of Giotto (I  colori di Giotto), spilla; Maurizio STAGNI (Ts), Angeli o volti, spilla; Nelli TANNER (FIN), Seinää vasten (Contro il muro), spilla; Silke TREKEL (D), Neue Konstellation (Nuova Costellazione), collana; Fabrizio TRIDENTI (Vasto - Ch), Nuovi spazi, spilla; Barbara UDERZO (Creazzo –Vi/Mi), Respiro di rosa nera, Collezione BLOB, spilla; Graziano VISINTIN (Pd), spilla; Alberta VITA (Pd), Carro dei “Carraresi”, collana; Caroline von STEINAU – STEINRÜCK (D), Tracce d’oro, bracciale; Silvia WALZ (D/E), El Secretum o De secreto conflictu mearum curarum, bracciale; Annamaria ZANELLA (Pd), Angelo, spilla; Alberto ZORZI (Pd), Pensando a Padova – La Torlonga e il Castello, collier con pendente.

Info

Comune di Padova Settore Attività Culturali

35121 Padova – Italia - Via Porciglia, 35

tel. 049/8204547  -  fax 049/8204503 - e-mail: serviziomostre@comune.padova.it

 

AGRITURISMO: Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

ALBERGHI: Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

CAMPEGGI: Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

CATERING: Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

ENOTECHE: Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

RISTORANTI: Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino Alto Adige - Umbria - Valle D'Aosta - Veneto

 

ITALIANODOC (© 2004-2011) - tutti i diritti riservati - contatti

Il sito non costituisce testata giornalistica  -  Telefono: 392 7633091   -   Partiva IVA: 01543360992