Italianodoc: Il piacere di mangiare in Italia

Segnala Gratuitamente Sagre Eventi Manifestazioni: staff@italianodoc.com

Sagre ed Eventi: Tutte le Vostre Segnalazioni

HOMEPAGE

Mangiare e Bere

Ospitalità

Benessere e Salute

Sport e Divertimento

Rubriche

Turismo

Shopping

Eventi

ESPOSIZIONE FELINA - Padova

Anno 2014

 

EVENTI

Antiquariato Collezionismo

Capodanno

Carnevale

Concerti

Congressi e Convegni

Cortei e Feste Medievali

Eventi Beneficenza

Eventi Enogastronomici

Eventi Sportivi

Festa della Donna

Feste della Birra

Feste e Manifestazioni

Feste religiose e patronali

Fiere

Halloween

Mercatini

Natale Presepi e Mercatini

Notti Bianche

Mostre

Pasqua

Raduni

Sagre

San Valentino

Sfilate Moda

Spettacoli Teatrali

 

EVENTI PER REGIONE

Sagre Abruzzo

Sagre Basilicata

Sagre Calabria

Sagre Campania

Sagre Emilia Romagna

Sagre Friuli Venezia Giulia

Sagre Lazio

Sagre Liguria

Sagre Lombardia

Sagre Marche

Sagre Molise

Sagre Piemonte

Sagre Puglia

Sagre Sardegna

Sagre Sicilia

Sagre Toscana

Sagre Trentino Alto Adige

Sagre Umbria

Sagre Valle d'Aosta

Sagre Veneto

 

EVENTI D'ITALIA 2014

Sagre Gennaio 2014

Sagre Febbraio 2014

Sagre Marzo 2014

Sagre Aprile 2014

Sagre Maggio 2014

Sagre Giugno 2014

Sagre Luglio 2014

Sagre Agosto 2014

Sagre Settembre 2014

Sagre Ottobre 2014

Sagre Novembre 2014

Sagre Dicembre 2014

 

Gatti con le orecchie arricciate, i guantini bianchi,

la coda a ponpon e le zampine palmate.

500 mici e rare razze a Padovafiere l’11 e 12 gennaio

 

Gli italiani si fanno coccolare da 7 milioni e mezzo di gatti. Sabato 11 e domenica 12 gennaio in Fiera a Padova grande appuntamento con 500 tra i più belli tra questi nostri amici di famiglia alla 46^ Esposizione Internazionale Felina di Padova – Amici nella vita.

 

La Fiera è il luogo privilegiato in cui vedere da vicino gatti campioni; qui si assiste ai giudizi degli esperti, ci si fa consigliare nella cura degli animali domestici e nella scelta del micio più adatto da tenere in famiglia, si prenotano i figli dei più bei gatti in commercio e si sbircia cosa avviene dietro le quinte di una grande manifestazione felina. In Fiera poi si trovano i prodotti per la cura, l’alimentazione e lo svago dei gatti di casa o d’allevamento: mici che si possono ammirare nelle loro gabbie, ma anche durante il giudizio degli esperti e sul palco delle premiazioni.

 

 

Chi partecipa all’expo? Gatti portati da allevatori che arrivano da sette Paesi: Austria, Croazia, Germania, Italia, Repubblica Ceca, Slovenia, Svizzera. Molti appartengono a razze poco conosciute in Italia, come l’American Curl dalle orecchie arricciate (statunitense dalla Croazia), lo Snowshoe dai guantini bianchi (americano da Treviso), il Kurilian Bobtail dalla coda a ponpon (giapponese da Gorizia), l’Egyptian Mau dal mantello striato (egiziano da Brescia), il Burmilla dagli occhi verdi e il mantello argentato (inglese dalla Svizzera), il Bengal dalla pelliccia maculata (americano da Rovigo), il Siberiano (russo con le zampette palmate), il Ragdol (americano particolarmente dinoccolato). Ma ci sono anche Abissini, Somali, British, Certosini, Devon Rex, Maine Coon, Norvegesi delle Foreste, Orientali, Blu di Russia, Persiani e 55 Sacri di Birmania, razza alla quale sabato 11 sarà dedicato lo Speciale Sacri di Birmania, esibizione di esemplari particolarmente belli portati da A.Ga.Bi. (Associazione Amatori Gatto Sacro di Birmania, che esiste dal 1982).

I sette giudici della Fédération Internationale Féline sono: Marie Westerlund (Svezia), Helene Reiter (Germania), Gina Grob (Liechtenstein), Vanda Marija Godek (Slovenia), Nicole Godiert- Lepert (Francia) Luigi Comorio e Fabio Brambilla (Italia). Giudicheranno quanto ciascun gatto si avvicina allo standard di razza; per questo i mici saranno suddivisi nelle 4 categorie previste: I (Persiani ed Esotici), II (peli semilunghi), III (peli corti), IV (Siamesi e Orientali) e all’interno di ogni categoria verranno ulteriormente suddivisi per razza, per colore (gruppi) e ancora per classe di concorso a seconda che siano “alle prime armi” o che abbiano già vinto qualche gara o che siano campioni internazionali.

I giudici valuteranno la qualità dei partecipanti che sfileranno per il pubblico sul palco e saranno premiati nei pomeriggi durante le due diverse giornate di gara. La manifestazione che prevede l’attribuzione di due distinti titoli, si effettua con orario continuato dalle 9 alle 19 e con ingresso libero per i bambini fino ai 12 anni, i disabili e i militari in divisa, mentre per gli altri il biglietto è di 12 euro. Quest’anno c’è anche un coupon da 10 euro valido solo per sabato 11 gennaio, da scaricare entro le ore 20 del 10 gennaio da Facebook https://www.facebook.com/espofelina . L’expo padovana si tiene sotto l’egida dell’ANFI, Associazione Nazionale Felina Italiana e del Movimento Azzurro (Associazione Nazionale di Protezione Ambientale) ed è organizzata come sempre da Costanza Daragiati con lo sponsor Royal Canin. Informazioni Padovafiere 049 840111 https://www.facebook.com/espofelina

 

 

7 milioni e mezzo i gatti italiani

Nelle famiglie italiane vivono almeno 7 milioni e mezzo di gatti. Questo secondo una stima fatta sui consumi di cibi per animali. E poi ci sono i randagi. Dal momento che il numero dei gatti domestici praticamente si equivale a quello dei gatti di casa, si può dire con certezza che tra domestici e liberi, i gatti italiani sono molti più dei cani.

Le colonie feline sono costituite da gatti solitari che cacciano in piena autonomia riunendosi al momento dell’accoppiamento. L’abitudine sociale il gatto la apprende nel primo anno di vita, quando diventa adulto: se le sue esperienze iniziali sono traumatiche, l’animale sarà poi pauroso e scontroso. Ma se il micio in cattività sta per i fatti suoi, quando viene portato in casa diventa coccolone.

 

Le fusa

Le fusa, che i gatti fanno fin da cuccioli per segnalare alla mamma che stanno bene, non sempre indicano contentezza. Anche in momenti drammatici per l’animale (un dolore fisico o prima di morire) il gatto fa le fusa: probabilmente perché questa attività rilascia endorfine che gli danno piacere e rappresentano quindi un antidolorifico naturale.

 

 

Uomo o donna?

Tra uomo e donna generalmente il gatto preferisce quest’ultima. Non perché percepisca la femminilità che lo riporta al rapporto privilegiato avuto con la loro mamma, ma piuttosto perché le donne hanno un istinto materno e quindi si prendono cura del gatto con particolare amore.

 

Curiosità feline

I gatti hanno 20.155 peli ogni centimetro quadrato del loro corpo. Saltano una distanza lunga 5 volte la loro altezza. Avvertono la presenza di campi magnetici. Dormono per due terzi della giornata, ossia 16 ore. Hanno una colonna vertebrale che permette rapidi movimenti in qualsiasi direzione.

Se nell’uomo la temperatura corporea media è di 37 gradi, nel gatto sale a 38 e 39.

Come si fa a capire se il gatto ha schiacciato un pisolino o dorme profondamente? Nel primo caso respira 26 volte al minuto, molto meno se sta ronfando.

Nello scatto il gatto, che si muove sulla punta delle dita, è più veloce del cane, mentre sulle lunghe distanze non regge al confronto: cuore e polmoni così piccoli non consentono grandi sforzi. 

Il gatto, assieme a giraffe e cammelli, è il solo quadrupede che procede mettendo avanti prima le zampe di un lato e poi quelle dell’altro.

Se gli umani hanno 4 gruppi sanguigni (A, B, AB e 0), il gatto ne ha solo due: A e B.

 

Vista

Per vedere al buio al micio basta un sesto della luce rispetto a noi. Glielo permettono 10 strati di zinco e proteine che rivestono la retina: strati che si notano quando, illuminato da una luce, l’occhio del gatto appare brillante. Ma come fa a proteggere occhi tanto sensibili in presenza di un improvviso bagliore? Il gatto solleva sapidamente una terza palpebra lucida e protettiva. Se l’uomo ha un angolo visivo di 155 gradi orizzontali e 120 verticali, il gatto ce l’ha di 205. E non è vero che il gatto vede solo in bianco e nero: distingue anche verde, blu e forse anche il rosso. Inoltre, come l’essere umano, ha una visione binoculare; inoltre distingue bene le forme geometriche e anche la differenza tra oggetti bi e tridimensionali.

 

 

ITALIANODOC (© 2004-2015) - tutti i diritti riservati - Cookie - Privacy - Registrazione

Il sito non costituisce testata giornalistica  -  Partiva IVA: 01543360992