Italianodoc: Il piacere di mangiare in Italia

Segnala Gratuitamente Sagre Eventi Manifestazioni: staff@italianodoc.com

Sagre ed Eventi: Tutte le Vostre Segnalazioni

HOMEPAGE

Mangiare e Bere

Ospitalità

Benessere e Salute

Sport e Divertimento

Rubriche

Turismo

Shopping

Eventi

CHIUSURA JAZZVISIONS - Bagnolo Piemonte (CN)

Anno 2014

 

EVENTI

Antiquariato Collezionismo

Capodanno

Carnevale

Concerti

Congressi e Convegni

Cortei e Feste Medievali

Eventi Beneficenza

Eventi Enogastronomici

Eventi Sportivi

Festa della Donna

Feste della Birra

Feste e Manifestazioni

Feste religiose e patronali

Fiere

Halloween

Mercatini

Natale Presepi e Mercatini

Notti Bianche

Mostre

Pasqua

Raduni

Sagre

San Valentino

Sfilate Moda

Spettacoli Teatrali

 

EVENTI PER REGIONE

Sagre Abruzzo

Sagre Basilicata

Sagre Calabria

Sagre Campania

Sagre Emilia Romagna

Sagre Friuli Venezia Giulia

Sagre Lazio

Sagre Liguria

Sagre Lombardia

Sagre Marche

Sagre Molise

Sagre Piemonte

Sagre Puglia

Sagre Sardegna

Sagre Sicilia

Sagre Toscana

Sagre Trentino Alto Adige

Sagre Umbria

Sagre Valle d'Aosta

Sagre Veneto

 

EVENTI D'ITALIA 2014

Sagre Gennaio 2014

Sagre Febbraio 2014

Sagre Marzo 2014

Sagre Aprile 2014

Sagre Maggio 2014

Sagre Giugno 2014

Sagre Luglio 2014

Sagre Agosto 2014

Sagre Settembre 2014

Sagre Ottobre 2014

Sagre Novembre 2014

Sagre Dicembre 2014

 

22 novembre2014 - ore 21,15

Bagnolo Piemonte (Cuneo) – Teatro Silvio Pellico – corso Marconi 1

ingresso 8 euro, ridotti 5 euro

 FRÉDÉRIC VIALE QUARTET

Frédéric Viale -  fisarmonica, bandoneon

Nelson Veras  - chitarra
Natallino Neto  - basso elettrico
Zaza Desiderio  - batteria

 

L'ultimo concerto della rassegna avrà luogo al Teatro Silvio Pellico di Bagnolo Piemonte (Cuneo), in corso Marconi, 1, sabato 22 novembre alle ore 21.15 con il Frédéric Viale Quartet, con Frédéric Viale alla fisarmonica e bandoneon, Nelson Veras alla chitarra, Natallino Neto al basso elettrico e Zaza Desiderio  alla batteria.

L'emigrazione piemontese in Francia durante lo scorso secolo è stata un fenomeno molto forte: a volte era stagionale, mentre in altri casi è diventata definitiva, costellando oggi il sud della Francia di cognomi il più delle volte provenienti dalla provincia di Cuneo. Chi emigra, oltre alla speranza, porta sempre con sé la propria musica e i propri strumenti, andandosi poi ad integrare con la cultura e le abitudini del posto.

 

 

Frédéric Viale affonda le sue origini nella provincia Granda e suona la fisarmonica, strumento un tempo considerato poco jazzistico, ma molto adatto per il valse-musette francese. Oggi le influenze musicali viaggiano rapidamente e Viale ha incorporato nella sua musica anche il tango di Piazzolla e le suggestioni brasiliane, complici i suoi musicisti carioca. Un concerto fatto di colori, movimento, ricordi e curiosità per il futuro, con un pizzico di tante musiche e tante influenze incontrate nel suo cammino.

L'ingresso per questo spettacolo è a pagamento: 8 euro biglietto intero e 5 euro ridotto.

 

 

FRÉDÉRIC VIALE QUARTET

Frédéric Viale -  fisarmonica, bandoneon

Nelson Veras  - chitarra
Natallino Neto  - basso elettrico
Zaza Desiderio  - batteria

 

L'emigrazione piemontese in Francia durante lo scorso secolo è stata un fenomeno molto forte: a volte era stagionale mentre in altri casi è diventata definitiva, costellando oggi il sud francese di cognomi il più delle volte  provenienti dalla provincia di Cuneo. Chi emigra, oltre alla speranza, porta sempre con sé la propria musica e i propri strumenti, andandosi poi ad integrare con cultura ed abitudini del posto. Frédéric Viale affonda le sue origini nella provincia Granda e suona la fisarmonica, strumento un tempo considerato poco jazzistico, ma molto adatto per il valse-musette francese.

Oggi le influenze musicali viaggiano rapidamente e Viale ha incorporato nella sua musica anche il tango di Piazzolla e le suggestioni brasiliane, complici i suoi musicisti carioca. Un concerto fatto di colori, movimento, ricordi e curiosità per il futuro.

Frédéric Viale

Inizia a studiare la fisarmonica a 8 anni sotto la guida di Lucien Galliano e ben presto partecipa a diversi concorsi nazionali ed internazionali con l'Accordéon Club di Cannes-la Bocca.Adolescente, scopre il jazz grazie a Django Reinhardt, Stéphane Grappelli, Charlie Parker, Miles Davis. Nel 1996, partecipa ad una Master Class di Richard Galliano. Impara anche a suonare il bandoneón che utilizza in varie formazioni dai ritmi argentini.

“Paradise” è il suo debutto discografico nel 2004. Nel 2006 parte per la Cina, invitato dal Ministero della Cultura, nel quadro di uno scambio culturale e suona a Pechino.  Il 2008 sarà la volta di Rio de Janeiro, dove incide il suo secondo lavoro, sotto l'influenza di Hermeto Pascoal. Nel 2012 l’Opéra di Nizza gli mette a disposizione musicisti e palcoscenico per celebrare il bandoneòn, il repertorio di Astor Piazzolla e le sue proprie composizioni. Il resto è attualità, con l'incisione di “La Belle Chose”.

Nelson Veras 
Chitarrista brasiliano di grande talento, è caratterizzato da uno stile molto personale. Il suo virtuosismo, il suo senso melodico e la dolcezza del suo fare musica sono davvero impressionanti. All'inizio di carriera lavora immediatamente  con personaggi famosi: Gary Peacock, Steve Coleman, Aldo Romano, Stefano Di Battista, calcando i grandi palcoscenici del Jazz.   La sua notorietà lo porta a firmare per le etichette Label Bleu e Bee Jazz, realizzando “Rouge sur Blanc” nel 2011 e “Solo Session” nel 2009.

 

Natallino Neto

Bassista, la sua evoluzione stilistica è avvenuta a fianco dei grandi nomi della musica popolare brasiliana: Hamiton de Hollanda, Marco Perreira e Baden Powell di cui è stato l’ultimo bassista. Nato nel 1976 nello stato di Rio di Janeiro, ha scelto di vivere in Francia dal 2001. Partecipa a vari formazioni musicali, compone ed è uno dei creatori del gruppo Tekerê. Attualmente prepara il suo primo progetto da solista.

Zaza Desiderio è uno dei batteristi ‘carioca’ fra i più ricercati di Rio de Janeiro. Il suo stile è contraddistinto da un controllo delle dinamiche eccezionale. Nel 2010 si trasferisce in Francia, a Lione: il suo talento è stato riconosciuto e premiato con una menzione speciale durante il Tremplin de Jazz(s) RA 2012 con il trio Dreisam, uno dei suoi progetti musicali in Francia.

 

Informazioni al pubblico: 339/251.42.18 oppure 347/314.12.94 info@jazzvisions.it

Tutto il programma dettagliato su:  www.jazzvisions.it

 

 

ITALIANODOC (© 2004-2015) - tutti i diritti riservati - Cookie - Privacy - Registrazione

Il sito non costituisce testata giornalistica  -  Partiva IVA: 01543360992