Italianodoc: Il piacere di mangiare in Italia

Segnala Gratuitamente Sagre Eventi Manifestazioni: staff@italianodoc.com

Sagre ed Eventi: Tutte le Vostre Segnalazioni

HOMEPAGE

Mangiare e Bere

Ospitalità

Benessere e Salute

Sport e Divertimento

Rubriche

Turismo

Shopping

Eventi

FIERA DEL TARTUFO E DEL MIELE - Casteggio (PV)

Anno 2014

 

EVENTI

Antiquariato Collezionismo

Capodanno

Carnevale

Concerti

Congressi e Convegni

Cortei e Feste Medievali

Eventi Beneficenza

Eventi Enogastronomici

Eventi Sportivi

Festa della Donna

Feste della Birra

Feste e Manifestazioni

Feste religiose e patronali

Fiere

Halloween

Mercatini

Natale Presepi e Mercatini

Notti Bianche

Mostre

Pasqua

Raduni

Sagre

San Valentino

Sfilate Moda

Spettacoli Teatrali

 

EVENTI PER REGIONE

Sagre Abruzzo

Sagre Basilicata

Sagre Calabria

Sagre Campania

Sagre Emilia Romagna

Sagre Friuli Venezia Giulia

Sagre Lazio

Sagre Liguria

Sagre Lombardia

Sagre Marche

Sagre Molise

Sagre Piemonte

Sagre Puglia

Sagre Sardegna

Sagre Sicilia

Sagre Toscana

Sagre Trentino Alto Adige

Sagre Umbria

Sagre Valle d'Aosta

Sagre Veneto

 

EVENTI D'ITALIA 2014

Sagre Gennaio 2014

Sagre Febbraio 2014

Sagre Marzo 2014

Sagre Aprile 2014

Sagre Maggio 2014

Sagre Giugno 2014

Sagre Luglio 2014

Sagre Agosto 2014

Sagre Settembre 2014

Sagre Ottobre 2014

Sagre Novembre 2014

Sagre Dicembre 2014

 

30^ EDIZIONE DELLA FIERA DEL TARTUFO E DEL MIELE
DOMENICA 30 NOVEMBRE 2014
AREA FIERISTICA OLTREXPO (Area Truffi) - CASTEGGIO

Casteggio. Oltrepò Pavese, terra di tartufi. Anche quest’anno Casteggio diventa la vetrina privilegiata del prezioso tubero, il diamante delle cucina italiana, tipico prodotto autunnale, presente nella varietà nero nella zona pedemontana dell’Oltrepo Pavese e nella più pregiata varietà bianca, nella zona rivierasca del Grande Fiume Po. Un appuntamento divenuto oramai tradizionale, giunto alla sua 30^ Edizione, nel cuore dell’autunno dove due prodotti frutto della terra come tartufo e miele - cosa c’è di più naturale di questi due prodotti? - si presentano in un contesto espositivo il prossimo 30 di novembre presso le strutture fieristiche di Oltrexpo nella ex area Truffi ora Giovanni Saporiti, con la regia di Clastidium Lavora che si occupa della parte logistica organizzativa della manifestazione.

La ricerca dei tartufi nei territori dell’Oltrepò Pavese vanta una tradizione antichissima. Dal fiume Po fino alla media e alta collina è possibile rinvenire ognuna delle nove specie di tartufi ammesse al consumo - e quindi al commercio – dalla legge italiana; questo fa del comprensorio oltre padano (poco più di mille chilometri quadrati) una delle poche “isole felici” dell’intera penisola, connotandolo come unica zona tartufigena ad alta vocazione e potenzialità produttiva della Lombardia.

 

 

Ma lo stesso territorio oltre padano può – e deve! - essere considerato la patria scientifica della Idnologia (branca della Micologia che studia i funghi ipogei, quali i tartufi), poiché ha accolto le ricerche dello scienziato che, di questa branca, è il riconosciuto padre fondatore: Carlo Vittadini. Questi, giovane assistente presso la Facoltà di Botanica dell’università di Pavia, già nel 1831 pubblicò la sua Monographia Tuberacearum, opera che fu considerata dal mondo botanico la pietra militare rivelatoria di un universo fino ad allora sconosciuto, quelli dei Funghi Ipogei ; di colpo, grazie ai suoi studi, i tre Tuber conosciuti in precedenza – rimasti tali  per millenni – diventarono sessanta, raggruppati in una nuova sistematica comprendente ben dodici generi, dei quali undici sono tuttora in vigore. 

Ancor più esplicativo è ciò che si legge alla pagina 43 di Monographia Tuberacearum, dove, a proposito della descrizione e classificazione di alcuni esemplari di Tuber magnatum Pico (il tartufo bianco pregiato) rinvenuti in Oltrepò, il Vittadini ne riferisce il luogo di ritrovamento, ed è questa l’unica località citata nella Monografia: “Presertim circa Calcababbio – scrive – in Iriae provincia” (Specialmente nei dintorni di Calcababbio, in provincia di Voghera); a quei tempi Calcababbio era il nome di Lungavilla, e alla città di Voghera era assegnato il ruolo di capoluogo provinciale (il territorio era piemontese, e tale rimase fino alle guerre di indipendenza).

Dunque, Carlo Vittadini e l’Oltrepò Pavese: la scienza e un territorio, i tartufi e la loro ricerca. Un’equazione indiscindibile, un binomio che consegna all’Oltrepò – e a nessun altra località italiana! - la paternità scientifica di un prodotto di nicchia di assoluto pregio.

Come ogni anno Clastidium Lavora si avvalerà della collaborazione con A.R.T.O.P. - Associazione Ricercatori Tartufi Oltrepo Pavese – che oltre a portare all'interno della Fiera i Tartufai associati, organizzerà la Gara “il cane da tartufi... amico inseparabile”, dove sul ring di gara si sfideranno i cani con il “miglior naso” alla scoperta del maggior numero di tartufi nel minor tempo. La 30^ Edizione della Fiera del Tartufo e del Miele, non è solo tartufo ma anche tutti i più tipici prodotti dell'agricoltura; formaggi, salumi e insaccati, prodotti tipici lombardi e italiani, frutta e ortaggi. Per il pranzo di domenica 30, oltre ad effettuare assaggi presso la Fiera, sarà possibile degustare e prenotare un menù completamente a base di tartufi presso il Ristorante Hosteria La Cave Cantù, nel centro storico di Casteggio – www.lacavecantu.it

PROGRAMMA DI DOMENICA 30 NOVEMBRE

ORE 09.00 – Apertura della Fiera.

ORE 10.30 – Sala Ballabio.
Convegno “IL TARTUFO D'OLTREPO' – DIAMANTE PER EXPO 2015”
interventi di
Dott. Andrea Daprati – Esperto di  funghi ipogei e autore di diversi libri dedicati al tartufo
Dott. Emanuele Bottiroli – Direttore Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese
Dott. Lorenzo Vigo – Vice Sindaco del Comune di Casteggio – Ass. al Commercio e Fiere
Fabio Quaglini – Presidente A.R.T.O.P.
Prof. Teresio Nardi – Fiduciario Slow Food condotta Oltrepò Pavese

 

ORE 15.00 – Registrazione dei cani per la Gara
ORE 15.30 – Inizio della Gara “il cane da tartufi... amico inseparabile”

ORE 17.00 – Sala Ballabio – Premiazioni
Maggior quantitativo di tartufi neri
Maggior quantitativo di tartufi bianchi
Tartufo bianco più grosso
Tartufo bianco più bello
Vincitori della Gara “il cane da tartufi... amico inseparabile”

ORE 19.00 – Chiusura della Fiera

Per tutta la giornata sarà possibile degustare i prodotti presso gli stand degli espositori. All'interno della Fiera sarà allestita una zona dove il pubblico potrà accomodarsi dopo aver comprato i prodotti messi in degustazione. Alle ore 12.30 sarà possibile pranzare, con prenotazione, presso il Ristorante Hosteria La Cave Cantù nel centro storico di Casteggio – www.lacavecantu.it – 340.5627006

DENOMINAZIONE: 30^ Edizione della Fiera del Tartufo e del Miele
LUOGO DI SVOLGIMENTO: Area Fieristica OltrExpo (ex Area Truffi) – Casteggio. Area al coperto.
INGRESSO: libero
ORARI: dalle ore 09.00 alle ore 19.00
ORGANIZZAZIONE: Clastidium Lavora Coop. Soc.
INFORMAZIONI: Informazioni generali e rapporti con gli espositori Patrizio Chiesa 349.1088317. Rapporto con gli espositori Massimiliano Villani 342.8671463 – Rapporti con la Stampa Giuliano Balestrero 329.1523034
INFO LINE:
www.tartufoemiele.it tartufoemiele@gmail.com

 

ITALIANODOC (© 2004-2015) - tutti i diritti riservati - Cookie - Privacy - Registrazione

Il sito non costituisce testata giornalistica  -  Partiva IVA: 01543360992