Italianodoc: Il piacere di mangiare in Italia

Segnala Gratuitamente Sagre Eventi Manifestazioni: staff@italianodoc.com

Sagre ed Eventi: Tutte le Vostre Segnalazioni

HOMEPAGE

Mangiare e Bere

Ospitalità

Benessere e Salute

Sport e Divertimento

Rubriche

Turismo

Shopping

Eventi

VISITE GUIDATE 1/2 MARZO - Napoli

Anno 2014

 

EVENTI

Antiquariato Collezionismo

Capodanno

Carnevale

Concerti

Congressi e Convegni

Cortei e Feste Medievali

Eventi Beneficenza

Eventi Enogastronomici

Eventi Sportivi

Festa della Donna

Feste della Birra

Feste e Manifestazioni

Feste religiose e patronali

Fiere

Halloween

Mercatini

Natale Presepi e Mercatini

Notti Bianche

Mostre

Pasqua

Raduni

Sagre

San Valentino

Sfilate Moda

Spettacoli Teatrali

 

EVENTI PER REGIONE

Sagre Abruzzo

Sagre Basilicata

Sagre Calabria

Sagre Campania

Sagre Emilia Romagna

Sagre Friuli Venezia Giulia

Sagre Lazio

Sagre Liguria

Sagre Lombardia

Sagre Marche

Sagre Molise

Sagre Piemonte

Sagre Puglia

Sagre Sardegna

Sagre Sicilia

Sagre Toscana

Sagre Trentino Alto Adige

Sagre Umbria

Sagre Valle d'Aosta

Sagre Veneto

 

EVENTI D'ITALIA 2014

Sagre Gennaio 2014

Sagre Febbraio 2014

Sagre Marzo 2014

Sagre Aprile 2014

Sagre Maggio 2014

Sagre Giugno 2014

Sagre Luglio 2014

Sagre Agosto 2014

Sagre Settembre 2014

Sagre Ottobre 2014

Sagre Novembre 2014

Sagre Dicembre 2014

 

sabato 1 marzo 2014 – ore 10:00

 

dalla grotta al mare

visita alla grotta di seiano e al parco archelogico del pausilypon

 

Il percorso di visita partirà dalla Grotta di Seiano, che si apre al termine della Discesa Coroglio. Limponente grotta, in realtà una galleria artificiale realizzata in epoca romana dallarchitetto Lucio Cocceio, obliata dal tempo e dallaccumulo di materiali, fu scoperta per caso nel 1840 e riattivata per interessamento di Ferdinando II di Borbone. Il traforo, della lunghezza di circa 780 m, attraversa la collina tufacea di Posillipo, collegando larea di Bagnoli e dei Campi Flegrei con il Vallone della Gaiola. Dei tre cunicoli, che davano luce e ventilazione al percorso, ne restano aperti solo due (in uno di questi sir Arthur Conan Doyle, il creatore di Sherlock Holmes, rimase incastrato durante una visita). Superata la grotta, si accede allarea della villa di Pollione (alla quale, prima del traforo, si arrivava soltanto via mare), comprendente i resti di un teatro maggiore, la cui gradinata è costruita sfruttando il pendio della collina, secondo un collaudato schema costruttivo tipico dei teatri greci.

Un giardino porticato divide la scena del teatro maggiore da un secondo teatro, di dimensioni minori e coperto: lOdeion, destinato alle audizioni di poesia e musica.

 

 

Presenta anchesso una cavea, ovviamente più piccola, alcune sale con pavimenti a mosaico e in marmo e resti di rivestimenti parietali dipinti. Gli altri ruderi finora emersi sono: a est del Teatro grande, il Tempio o Sacrarium; a ovest, il Ninfeo con tracce di un impianto termale.

La disposizione delle varie strutture sfruttava al meglio lesposizione del sito per offrire una panoramica spettacolare.

 

Appuntamento con gli operatori SIRE Coop alle 10,00 presso lo spiazzo adiacente lingresso della Grotta di Seiano, discesa Coroglio 36 – Napoli

E previsto un contributo organizzativo.

La prenotazione è obbligatoria.

 

info e prenotazioni 081/6336763 – 392/2863436 - cultura@sirecoop.it, www.sirecoop.it

____________________

 

sabato 1 marzo 2014 – ore 16:00

 

dalle mura greche agli ipogei ellenistici……

passando per i reperti dallo scavo della metropolitana

Un affascinante percorso che parte dall’esame delle poderose mura greche di Piazza Cavour, tocca la mostra degli scavi della metro (l’allestimento che illustra i ritrovamenti pertinenti un’inedita pagina dell’archeologia partenopea),  le più importanti evidenze architettonico-monumentali presenti nel quartiere Sanità . come il Palazzo dello Spagnolo e Palazzo Sanfelice - e si conclude nella sede dell’Associazione Celanapoli dove si comprenderà la realtà della necropoli ellenistica di Neapolis, traccia significativa dell’identità greca. L’eccezionale complesso archeologico testimonia la raffinatezza delle architetture rupestri delle tombe a camera, segno distintivo delle famiglie aristocratiche di età ellenistica. La visita all’Ipogeo, preceduta da una proiezione video, illustra l’articolata stratificazione che caratterizza l’area. Successivamente i visitatori, introdotti all'ipogeo dei togati (databile tra la fine del IV e gli inizi del III sec. a.c.), potranno ammirare, intagliato nel masso tufaceo, un autentico unicum: l'altorilievo raffigurante una scena di commiato funebre.

 

Appuntamento con gli operatori SIRE Coop alle 16:00 presso Porta san Gennaro (piazza Cavour- Napoli)

E previsto un contributo organizzativo.

La prenotazione è obbligatoria.

 

info e prenotazioni 081/6336763 – 392/2863436 - cultura@sirecoop.it, www.sirecoop.it

 

____________________

 

domenica 2 marzo 2014 – ore 9:45

 

viaggio nella citta’ greco romana

dal teatro antico di neapolis alla chiesa di san paolo maggiore

 

Vi invitiamo ad un coinvolgente percorso all’interno dellantica Neapolis, per scoprire la sua storia attraverso alcune splendide testimonianze.  La visita partirà da quella che era l’area del Foro dell’antica Neapolis, dove oggi si trova la meravigliosa Basilica di San Paolo Maggiore, strettamente legata all’epoca greco-romana della città. Costruita nell’VIII secolo sui resti del Tempio (I secolo d.C.) dedicato ai Dioscuri, la chiesa conservava dell’antico Tempio il pronao con colonne corinzie andato distrutto dopo il terremoto del 1688. Attualmente

si conservano dell’originario Tempio dei Dioscuri solo due colonne corinzie e resti di architravi.

Tra la seconda metà del XVI secolo e gli inizi del XVII secolo la chiesa venne restaurata ed ampliata più volte: alla navata centrale si aggiunsero le navate laterali con cappelle, furono costruiti l’abside e il transetto. L’interno di uno splendido barocco presenta rivestimenti in marmi policromi e pavimentazione a intarsi marmorei e conserva capolavori assoluti come gli affreschi di Massimo Stanzione del 1644 e quelli meravigliosi della Sacrestia, opera di Francesco Solimena, realizzati intorno al 1689.

 

Proseguiremo litinerario nel cantiere archeologico del Teatro Romano di Napoli in compagnia degli archeologi della società Apoikia (con la collaborazione dellimpresa Samoa), che guideranno i partecipanti alla scoperta del progetto di scavo e valorizzazione del settore occidentale del teatro romano di Neapolis, curato congiuntamente dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei e dal Comune di Napoli. Si tratta di un intervento di archeologia urbana che sta progressivamente svelando, con le strutture del teatro, anche le trasformazioni intervenute nel tessuto urbano dallepoca dellabbandono, intorno agli inizi del V sec. d. C., sino ad età moderna. Lautorizzazione alla visita, gentilmente concessa dalla Soprintendenza Archeologica e dal Comune di Napoli restituisce temporaneamente alla fruizione, allinterno del cantiere di lavoro, una sezione del monumento che comprende gli ambulacri esterno ed interno, i cunei di sostegno delle gradonate, il vomitorium occidentale ed il settore di cavea portato alla luce.

 

 

Appuntamento con gli operatori SIRE Coop alle 9,45:00 presso la Chiesa di San Paolo Maggiore, via Tribunali, Napoli

E previsto un contributo organizzativo.

La prenotazione è obbligatoria.

 

info e prenotazioni 081/6336763 – 392/2863436 - cultura@sirecoop.it, www.sirecoop.it

_______________________

 

 

domenica 2 marzo 2014 – ore 10:30

 

l’arena dei gladiatori

l’anfiteatro di santa maria capuavetere spiegato ai bambini da una guida in costume

 

In occasione del Carnevale la cooperativa Sire organizza per i bambini e le loro famiglie una visita guidata divertente e coinvolgente alla scoperta dell’antica Capua, una delle più grandi città dell’Italia antica e, nel periodo del suo massimo splendore, una delle città più grandi e importanti dell’impero Romano e del mondo. I bambini saranno accompagnati da un’insolita guida, una matrona romana, all’anfiteatro Campano, più piccolo per grandezza solo al Colosseo di Roma, dal quale si dice fu preso come modello. Verranno introdotti alla storia dell’antica Roma attraverso la leggenda del gladiatore Spartacus che proprio da qui, nel 73 a.C., capeggiò la rivolta dei gladiatori contro le inumane condizioni in cui erano costretti. Tappa successiva sarà il Museo dei Gladiatori, inaugurato nel 2003 con innovative soluzioni espositive, finalizzate alla presentazione al pubblico degli elementi superstiti della decorazione dell’Anfiteatro Campano. Nelle sale sono esposti una rappresentazione meccanica di un combattimento gladiatorio e un plastico che riproduce lo stato attuale dell’edificio ed il suo aspetto originario. Ultima tappa sarà  il Mitreo, sito di culto dei seguaci del Mitraismo, antica religione ellenistica. Fu costruito tra il II e il III sec. d.C. Qui i piccoli faranno la conoscenza del dio Mitra, affrescato sulla parete di fondo nell’atto di uccidere il toro.

 

Appuntamento con gli operatori SIRE Coop alle 10:30 presso l’ingresso dell’Anfiteatro - Piazza I Ottobre, Santa Maria Capua Vetere, Caserta

E previsto un contributo organizzativo.

La prenotazione è obbligatoria.

 

info e prenotazioni 081/6336763 – 392/2863436 - cultura@sirecoop.it, www.sirecoop.it

 

ITALIANODOC (© 2004-2015) - tutti i diritti riservati - Cookie - Privacy - Registrazione

Il sito non costituisce testata giornalistica  -  Partiva IVA: 01543360992