Italianodoc: Il piacere di mangiare in Italia

Segnala Gratuitamente Sagre Eventi Manifestazioni: staff@italianodoc.com

Sagre ed Eventi: Tutte le Vostre Segnalazioni

HOMEPAGE

Mangiare e Bere

Ospitalità

Benessere e Salute

Sport e Divertimento

Rubriche

Turismo

Shopping

Eventi

RASSEGNA TEATRALE: MOVITI FERMU - Paternò (CT)

Anno 2014

 

EVENTI

Antiquariato Collezionismo

Capodanno

Carnevale

Concerti

Congressi e Convegni

Cortei e Feste Medievali

Eventi Beneficenza

Eventi Enogastronomici

Eventi Sportivi

Festa della Donna

Feste della Birra

Feste e Manifestazioni

Feste religiose e patronali

Fiere

Halloween

Mercatini

Natale Presepi e Mercatini

Notti Bianche

Mostre

Pasqua

Raduni

Sagre

San Valentino

Sfilate Moda

Spettacoli Teatrali

 

EVENTI PER REGIONE

Sagre Abruzzo

Sagre Basilicata

Sagre Calabria

Sagre Campania

Sagre Emilia Romagna

Sagre Friuli Venezia Giulia

Sagre Lazio

Sagre Liguria

Sagre Lombardia

Sagre Marche

Sagre Molise

Sagre Piemonte

Sagre Puglia

Sagre Sardegna

Sagre Sicilia

Sagre Toscana

Sagre Trentino Alto Adige

Sagre Umbria

Sagre Valle d'Aosta

Sagre Veneto

 

EVENTI D'ITALIA 2014

Sagre Gennaio 2014

Sagre Febbraio 2014

Sagre Marzo 2014

Sagre Aprile 2014

Sagre Maggio 2014

Sagre Giugno 2014

Sagre Luglio 2014

Sagre Agosto 2014

Sagre Settembre 2014

Sagre Ottobre 2014

Sagre Novembre 2014

Sagre Dicembre 2014

 

La nuova rassegna della Casa Museo del Cantastorie 2014 :

MOVITI FERMU
primavera dei Cantastorie


Uno spettacolo, tre concerti, cinque laboratori*, cinque proiezioni, tre incontri d’autore.

Una rassegna ricca, inedita, variegata tesa alla pratica laboratoriale e all’incontro.

IN SCENA PRESSO CASA MUSEO CANTASTORIE

via Monastero 2

Paternò (CT)

 

CALENDARIO

ore 20.00

4-5 APRILE [teatro]

L’ASS. LE BAZARRE PRESENTA “SIMON MAGO’”

Questo spettacolo nasce grazie ad una residenza alla Torre di Chia di Pier Paolo Pasolini e grazie all’ incontro al Teatro Valle con Adriano e Mario appassionati dello scrittore francese Carrière e la passione per la musica persiana e le danze antiche di Manuela e Giovanni. Confrontarsi con il divino attraverso la storia di un mago diviso tra la cialtroneria e la sacralità.

Falsa è la magia ma vero è il mago.

 

 

Liberamente tratto dal romanzo omonimo di Jean-Claude Carrière
Adattamento: Mario Migliucci, Anna Redi, Adriano Saleri
Con: Manuela Fiscarelli, Mario Migliucci, Anna Redi, AdrianoSaleri
Musiche dal vivo: Giovanni D’Ancicco
Regia: Anna Redi

Prezzo al botteghino – 8 euro (compreso in abbonamento)

 

14-15-16-17 APRILE [laboratori]
LABORATORIO DI DIGITALIZZAZIONE E CATALOGAZIONE
a cura del MMAV (Museo Mediterraneo di Antropologia Viva)

Il laboratorio è aperto ad un massimo di 15 persone che potranno partecipare, assistere e lavorare alla digitalizzazione e catalogazione degli archivi della Casa Museo del Cantastorie (foto, video, dattiloscritti e manoscritti, articoli di giornale, vinili). Verranno inoltre illustrate le più importanti prospettive della valorizzazione del patrimonio culturale nel contesto europeo e regionale. Il laboratorio avrà una durata di 16 ore e sarà condotto dai ricercatori del MMAV (museo mediterraneo di antropologia viva).

Costo laboratorio 30 euro a persona per un totale di 16 ore (fuori abbonamento)

28-29-30 APRILE [laboratori]
LABORATORIO SCRITTURA
DRAMMATURGICA CON RINO MARINO

Il laboratorio, partendo dalla genesi del personaggio, attraverso la costruzione e lo sviluppo della struttura drammaturgica, avrà la finalità di guidare gli allievi ad esperire le tecniche della scrittura teatrale e ad approfondirne le potenzialità creative ed espressive.

Costo laboratorio 30 euro a persona per un totale di 16 ore (fuori abbonamento)

 

3 – 4 MAGGIO [concerti][laboratori]
MATILDE POLITI IN CONCERTO

Il suo spettacolo da solista sarà un’excursus tra brani della tradizione dei cantastorie e non, e testi di sua creazione, tra amore e resistenza con particolare attenzione ai fenomeni migratori del popolo siciliano a confronto con l’attuale immigrazione che giunge dall’Africa.

Nata a Palermo, laureata in Antropologia Culturale alla Sapienza di Roma nel 1999, lavora tra musica e teatro dal 1992. La sua formazione teatrale avviene soprattutto presso la Fondazione Pontedera Teatro (1995-96), nell’ambito dunque del teatro di ricerca; lavora negli anni in numerose produzioni teatrali, come attrice, cantante e musicista, nonchè come creatrice delle parti musicali degli spettacoli e come trainer vocale degli attori.

Prezzo al botteghino – 8 euro (compreso in abbonamento)

Il laboratorio di Matilde Politi si concentrerà sulle tecniche del canto e del “cuntu”
Costo laboratorio 30 euro a persona per un totale di 10 ore (fuori abbonamento)

 

15 MAGGIO [visioni]
(aspettando il Festival Internazionale dell’Archivio e del Patrimonio)
VISIONI D’ARCHIVIO – PROIEZIONE di “PIAZZA” 1980

Una troupe della televisione tedesca Bayerischer Rundfunk, raggiunge la Paternò degli anni ’80 per incontrare i cantastorie Vito Santangelo, Ciccio Rinzinu e Paolo Garofalo che nel film si esibiscono in piazza, dialogano fra loro, accompagnano il regista tra le vie della città. Un documento unico, chiuso sul finire da una potente interpretazione del poeta Ignazio Buttitta.

3 euro al botteghino (tessera associativa giornaliera) – (compreso in abbonamento)

 

22 MAGGIO [incontri]
INCONTRO CON IL POETA
MAURO CAVALLO

La poesia di Mauro Cavallo è concomitante con la vita, trascinata con la vita. Così ci si commuove di fronte a questa poesia; ci si commuove passando dal pianto al riso, dal sogno alla visione del reale, dalla morte alla vita, dal sonno al risveglio. E si rimane contraddetti ascoltando, leggendo e vedendo questo ciarlatano che non sembra fare sul serio, e poi scoprire che è un “nostro poeta”. “Nostro” perché è in dialetto che Mauro pensa, scrive, parla e canta. Un dialetto che offre la possibilità di dire cose ed esprimere sentimenti autentici e naturali, un dialetto privo di qualsiasi tradizione letteraria, “come lingua della madre e del padre”, che rivela i caratteri incontaminati di un mondo chiuso nel proprio orizzonte, nei propri ritmi naturali, ma che si propone come lingua “pura”, insieme primigenia e artificiale.

3 euro al botteghino (tessera associativa giornaliera) – (compreso in abbonamento)

 

25 MAGGIO [concerti][laboratori]
MARIO INCUDINE IN CONCERTO

Cantante, attore, ricercatore, musicista e autore di colonne sonore, Mario Incudine è uno deipersonaggi più rappresentativi della nuova world music italiana. Considerato dalla critica l’interprete di “un modo nuovo di cantare la Sicilia fra il cantastorie e il cantautore”. La sua crescita artistica è
stata consacrata dal successo dei suoi primi tre album, Terra (distribuito in diecimila copie dalla rivista di settore World Music Magazine) Abballalaluna e il suo ultimo progetto Anime Migranti oltre che da svariate collaborazioni con importanti artisti italiani e internazionali, tra cui Simone Cristicchi, Peppe Servillo, Avion Travel, Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Hevia, Mario Venuti, Antonella Ruggiero, Nino Frassica, Edoardo De Angelis, Lucilla Galeazzi, Fausta Vetere, Salvatore Bonafede, Moni Ovadia, Marco Zurzolo, Marzo Betta e Cristina Donà.

Prezzo al botteghino – 8 euro (compreso in abbonamento)

Il laboratorio di Mario Incudine si concentra sulle tecniche di composizione e di scrittura creativa con particolare attenzione al canto e alla melodia.

Costo laboratorio 30 euro a persona per un totale di 10 ore (fuori abbonamento)

 

29 MAGGIO [visioni]
(aspettando il Festival Internazionale dell’Archivio e del Patrimonio)
VISIONI D’ARCHIVIO – “FRAMMENTI DI UNA STORIA” DI BALDO MAGGIORE 1980

La storia della Sicilia viene suddivisa in quattro capitoli, il primo dei quali, come citato nei titoli di testa, affronta il periodo che va dal Regno di Napoli alla Spedizione dei Mille. In un’alternanza di immagini in bianco e nero della Palermo del passato e riprese degli stessi luoghi oggi, si ha la possibilità di seguire l’evoluzione storica del capoluogo siciliano nel periodo preso in considerazione, ossia il Risorgimento. Su questo infatti vertono anche le interviste al celebre poeta siciliano Ignazio Buttitta e allo storico Francesco Brancato. Ad esse si aggiungono i ‘cunti’ dell’ultimo puparo e cantastorie della scuola siciliana del 19esimo secolo, Peppino Celano, maestro di Mimmo Cuticchio, e alcuni spezzoni di film d’epoca in bianco e nero. In conclusione, Buttitta legge una sua poesia in dialetto siciliano.

3 euro al botteghino (tessera associativa giornaliera) – (compreso in abbonamento)

Con la collaborazione di:
Centro regionale per l’inventario, la catalogazione e la documentazione (CRICD)
Filmoteca Regionale
Rai Teche

31 MAGGIO [incontri]
INCONTRO CON
MAURO GERACI E FORTUNATO SINDONI

Le ragioni dei cantastorie. Tecniche e saperi per trasformare la storia in poesia con la partecipazione del cantastorie Fortunato Sindoni. Mauro Geraci da molti anni a questa parte è riconosciuto quale attento interprete e continuatore dei cantastorie siciliani e, come tale, protagonista di una crescente attività poetica e spettacolare che lo ha visto lavorare a fianco dei più noti cantastorie. Socio fondatore e segretario dell’associazione Il Mondo dei Cantastorie, oltre al primo cd ‘A chiazza fa scola’, Radici e frutti di due cantastorie siciliani (Milano, Durema, 2000) realizzato in collaborazione col cantastorie Franco Trincale e al cd live Musica & Parole che lo vede a fianco di Fortunato Sindoni, Geraci ha da poco pubblicato il cd ìIo, cantastorie’ contenente ballate recenti quali Sangu e Sapienza sul caso Marta Russo, per la quale, nel 2000, ha ricevuto a Motteggiana (Mantova) il I Premio Giovanna Daffini. Con Desireé, nel 2003 ha ottenuto a Siracusa il II Trofeo Turiddu Bella. Come antropologo culturale ha appena pubblicato uno studio sui silenzi retorici e simbolici della poesia siciliana dal titolo ‘Il silenzio svelato’. Rappresentazioni dell’assenza nella poesia popolare in Sicilia (Roma, Meltemi, 2002). Attualmente Geraci ha in corso di pubblicazione un saggio antropologico incentrato su La mia vita di cantastorie, l’autobiografia di Vito Santangelo.

3 euro al botteghino (tessera associativa giornaliera) – (compreso in abbonamento)

 

5 GIUGNO [visioni nuove]
PROIEZIONE “IGNAZIO BUTTITTA E I CANTASTORIE” DI SALVATORE MONELLI

Il documentario è un viaggio storico-antropologico nella Sicilia del dopoguerra. Le poesie rivoluzionarie di Buttitta vennero portate nelle piazze siciliane dai cantastorie promuovendo quel tanto desiderato riscatto popolare di cui la Sicilia aveva ed ha ancora oggi bisogno. Le rivoluzionarie storie, scomode per i poteri dominanti del tempo (Mafia e Stato), gridavano nelle piazze le ingiustizie sociali a cui i lavoratori dovevano sottostare. La complementarietà tra chi deteneva i mezzi di produzione(i feudatari terrieri) e il braccio armato dislocato nel territorio (la mafia) è il nodo focale del documentario. Testimonianze di rilevo sono quelle di Ciccio Busacca (cantastorie) e dello storico Giuseppe Casarrubea le quali si intrecciano nel filone narrativo delle stesse storie scritte da Ignazio Buttitta.

3 euro al botteghino (tessera associativa giornaliera) – (compreso in abbonamento)

 

7- 8 GIUGNO [concerti][laboratori]
I PERCUSSONICI IN CONCERTO

I percussonici praticano la fusione sperimentale tra ritmi, strumenti e modalità musicali provenientida svariate culture tradizionali ed etniche, filtrandoli attraverso sonorità metropolitane come blues,rock, reggae ed elettronica. Alle radici del progetto stanno le passioni e le approfondite ricerche personali dei componenti sustrumenti e tradizioni musicali diverse e distanti fra loro, ma i frutti di questo incontro escono decisamente dall’ambito della musica “etnica”.Dum Dum e Didjeridoo servono da drum&bass per le incursioni psichedeliche o sincopate del marranzano elettrico. La band nasce a Catania nel 2002, e riesce in breve tempo a creare salde radici nel pubblicosiciliano, grazie anche al peculiare “Liotro Sound”, basato sull’inedito impatto sonoro di strumentiantichi come marranzani, didjeridoo e percussioni, sulla ricerca poliritmica siculo-africana, e sul dialetto come lingua franca per canzoni trascinanti che, pur affondando a piene mani nella tradizione siciliana, mischiano generi diversi: dal rock al reggae, dal drum’n’bass alla techno.

Prezzo al botteghino – 8 euro (compreso in abbonamento)

Il laboratorio è condotto da Luca Recupero ed è dedicato ai tamburi a cornice.
Costo laboratorio 30 euro a persona per un totale di 10 ore (fuori abbonamento)

 

12 GIUGNO [visioni]
(aspettando il Festival Internazionale dell’Archivio e del Patrimonio)
VISIONI D’ARCHIVIO –  “LA FAME DI TERRA” 1980

La Sicilia del dopoguerra era divisa fra le aspettative dei braccianti stremati dalla guerra e i tentativi dei latifondisti di mantenere le loro prerogative. I dreceti Gullo del 1945,voluti dal Governo di unità nazionale, furono un primo tentativio di allentare la tensione nelle campagne e di regolare i rapporti fra “baroni” e contadini. Fra i punti più importanti la concessione delle terre incolte e una ripartizione più equa dei frutti della terra. L’accordo fra le parti per l’applicazione dei decreti non fu indolore. Il movimento contadino prese le distanze dai separatisti accusati di essere al soldo dei latifondisti e si determinò una saldatura fra movimenti indipendenstisti, mafiosi e baroni. Una delle fasi più dure della contrapposizione si determinò a Villalba con l’attentato al leader comunista Girolamo Li Causi ferito durante il comizio dai mafiosi che facevano capo al boss Calogero Vizzini.

3 euro al botteghino (tessera associativa giornaliera) – (compreso in abbonamento)

Con la collaborazione di:
Centro regionale per l’inventario, la catalogazione e la documentazione (CRICD)
Filmoteca Regionale
Rai Teche

 

15 GIUGNO [incontri]
LEZIONI DI CUCINA CON CARMELO CHIARAMONTE

Cultura popolare e cucina tradizionale in compagnia dello chef Carmelo Chiaramonte.

3 euro al botteghino (tessera associativa giornaliera) – (compreso in abbonamento)

19 GIUGNO [visioni]
(aspettando il Festival Internazionale dell’Archivio e del Patrimonio)
VISIONI D’ARCHIVIO –  “GIULLARE IN ESILIO, AUTORITRATTO DI CICCIO BUSACCA

Il cantastorie Ciccio Busacca racconta la sua vita. Contadino e “fornaciaio” ( cioè operaio nelle fabbriche di mattoni e tegole di argilla), grande ammiratore di Orazio Strano, storico capostipite dei cantastorie siciliani, comincia per caso a scrivere versi e storie. Prende ispirazione da una vicenda di cronaca e da quel momento la sua vita cambia. Comincia a girare le piazze siciliane e impara a suonare poche note di chitarra per accompagnare i suoi versi. “Venti lire una storia”. Era l’obolo richiesto dopo gli spettacoli. Decisivo il suo incontro con il poeta Ignazio Buttitta. La morte di Turi Carnevale è il frutto straordinario di questa collaborazione. La storia supera i confini della Sicilia per diventare un evento culturale di portata nazionale.

3 euro al botteghino (tessera associativa giornaliera) – (compreso in abbonamento)

Con la collaborazione di:Centro regionale per l’inventario, la catalogazione e la documentazione (CRICD)
Filmoteca Regionale
Rai Teche


 

 

PER INFO VISITATE IL SITO

 https://www.casadelcantastorie.it/rassegna-2014/

 

PER PRENOTAZIONI
Ticket point

Casa Museo Cantastorie

Via Monastero 2 Paterno (Ct)

Cell. 3467853281-
       3476430581

Il costo dell’abbonamento è di 35€,
 nell’abbonamento è inclusa la tessera “socio ass.Casa del Cantastorie”

E' possibile acquistare anche il  biglietto per il singolo spettacolo

 

 

ITALIANODOC (© 2004-2015) - tutti i diritti riservati - Cookie - Privacy - Registrazione

Il sito non costituisce testata giornalistica  -  Partiva IVA: 01543360992