Italianodoc: Il piacere di mangiare in Italia

Segnala Gratuitamente Sagre Eventi Manifestazioni: staff@italianodoc.com

Sagre ed Eventi: Tutte le Vostre Segnalazioni

HOMEPAGE

Mangiare e Bere

Ospitalità

Benessere e Salute

Sport e Divertimento

Rubriche

Turismo

Shopping

Eventi

TEATRO: DANNI A CAPODANNO - Roma

Anno 2014

 

EVENTI

Antiquariato Collezionismo

Capodanno

Carnevale

Concerti

Congressi e Convegni

Cortei e Feste Medievali

Eventi Beneficenza

Eventi Enogastronomici

Eventi Sportivi

Festa della Donna

Feste della Birra

Feste e Manifestazioni

Feste religiose e patronali

Fiere

Halloween

Mercatini

Natale Presepi e Mercatini

Notti Bianche

Mostre

Pasqua

Raduni

Sagre

San Valentino

Sfilate Moda

Spettacoli Teatrali

 

EVENTI PER REGIONE

Sagre Abruzzo

Sagre Basilicata

Sagre Calabria

Sagre Campania

Sagre Emilia Romagna

Sagre Friuli Venezia Giulia

Sagre Lazio

Sagre Liguria

Sagre Lombardia

Sagre Marche

Sagre Molise

Sagre Piemonte

Sagre Puglia

Sagre Sardegna

Sagre Sicilia

Sagre Toscana

Sagre Trentino Alto Adige

Sagre Umbria

Sagre Valle d'Aosta

Sagre Veneto

 

EVENTI D'ITALIA 2014

Sagre Gennaio 2014

Sagre Febbraio 2014

Sagre Marzo 2014

Sagre Aprile 2014

Sagre Maggio 2014

Sagre Giugno 2014

Sagre Luglio 2014

Sagre Agosto 2014

Sagre Settembre 2014

Sagre Ottobre 2014

Sagre Novembre 2014

Sagre Dicembre 2014

 

CHIE'DISCENA

 presenta

 

DANNI A CAPODANNO

liberamente ispirato a "Absurd singular person" di Alan Ayckbourn

 

Adattaemento e regia

 Marta Iacopini

 

JANE: Alessandra Di Tommaso

SIDNEY: Francesco Del Verme

EVA: Giovanna D'Avanzo

GEOFFREY: Daniele Trovato

MARION: Cristina Longo

RONALD: Guido Lomoro

 

TEATRO TRASTEVERE

dall'8 al 13 aprile

 

Torna al Teatro Trastevere la compagnia Chièdiscena. Dopo Camere da Letto e Doppia Partita, Marta Iacopini dirige un nuovo esilarante testo: Danni a Capodanno liberamente ispirato a "Absurd singular person" di Alan Ayckbourn. Sul paldo Alessandra Di Tomaso, Francesco Del Verme, Giovanna D'Avanzo, Daniele Trovato, Cristina Longo e Guido Lomoro.

 

 

Tre coppie mal assortite fra di loro si incontrano ogni anno per festeggiare il capodanno. Nei tre anni si ritrovano nella cucina delle tre differenti case, frugando nell’intimità dei personaggi e negli aspetti più privati della dinamiche di relazione.  Il testo ci propone l’incontro fra queste coppie nel corso del tempo, illustrandoci con sadico cinismo come esse si trasformano e come si trasformano i rapporti fra di esse.

Apparentemente il testo sembra voler affrontare il tema della coppia, così caro all’autore, in realtà esso presenta però un personaggio “super partes” che sovrasta tutto l’andamento della commedia: la crudele macchina della società, intesa come piramide di ruoli e maschere che sancisce categoricamente e drasticamente il valore della persona. I personaggi, descritti a tinte forti come fossero fumetti, lottano così nella coppia - e la coppia nella società - per conquistare un posto nel quale essere riconosciuti e visti. La macchina della società tuttavia si muove ad un ritmo vorticoso e crudele che poco rispetta e ascolta proprio quei bisogni personali che vorrebbero invece essere riconosciuti e che spingono per essere visti.

“Il ritmo diventa così per la compagnia la chiave di lettura per l’intero testo e motivo di studio e approfondimento, non ancora esaurito, ma che si propone di continuare a indagare” spiega Marta Iacopini regista dello spettacolo.

Il lavoro presenta momenti ritmici che si impongono involontariamente sui personaggi e sulle loro storie, come presagio di un meccanismo vorace che si cala dall’alto per divorare l’umanità di ciascuno. Il ritmo, dunque, determina il battito della vita, ma se il ritmo diventa ossessione? Se diventa più importante la macchina degli ingranaggi che la compongono? Se la fragilità umana di ogni ingranaggio preme per essere ascoltata e accolta non si arriva fino al corto circuito che fa collassare l’intera macchina? Uno spettacolo che  mette in discussione i ritmi dei nostri Tempi Moderni.

 

DANNI A CAPODANNO

liberamente ispirato a "Absurd singular person" di Alan Ayckbourn

Adattaemento e regia  Marta Iacopini

con Alessandra Di Tommaso, Francesco Del Verme, Giovanna D'Avanzo, Daniele Trovato. Cristina Longo, Guido Lomoro

Le voci fuori campo:Paola Lutrario e Mario Rosati

Scene: Marta Iacopini E Cristina Longo

Luci: Adalia Caroli

Consulenza Musicale: Carlo Montuoro

Trovarobato: Alessandra Di Tommaso

Ufficio Stampa: Rocchina Ceglia

Organizzazione E Produzione: Guido Lomoro

 

TEATRO TRASTEVERE

via jacopa de Settesoli 3

dall'8 al 13 aprile 2014

ore 21.00,domenica ore 18.00

Tel. 333 325 62 89 - 06 5814004 - info@teatrotrastevere.it
Biglietti: Intero 12.00; Ridotto 9.00
2.00 tessera associativa

 

 

ITALIANODOC (© 2004-2015) - tutti i diritti riservati - Cookie - Privacy - Registrazione

Il sito non costituisce testata giornalistica  -  Partiva IVA: 01543360992