Italianodoc: Il piacere di mangiare in Italia

Segnala Gratuitamente Sagre Eventi Manifestazioni: staff@italianodoc.com

Sagre ed Eventi: Tutte le Vostre Segnalazioni

HOMEPAGE

Sagre ed Eventi

Agriturismo

Alberghi

Campeggi

Ristoranti

Night

Guide all'Impresa   

MANIFESTAZIONI ED EVENTI - Mammola (RC)

Anno 2005


Sagre d'Italia per Regione

Sagre Abruzzo

Sagre Basilicata

Sagre Calabria

Sagre Campania

Sagre Emilia Romagna

Sagre Friuli Venezia Giulia

Sagre Lazio

Sagre Liguria

Sagre Lombardia

Sagre Marche

Sagre Molise

Sagre Piemonte

Sagre Puglia

Sagre Sardegna

Sagre Sicilia

Sagre Toscana

Sagre Trentino Alto Adige

Sagre Umbria

Sagre Valle d'Aosta

Sagre Veneto
 

MAMMOLA 2005

Associazione Turistica  –  89045 MAMMOLA  - RC -  Tel. 339.2955629 – 333.9122105

e-mail:  prolocomammola@virgilio.it      -    sito internet:  https:\prolocomammola.freeweb.org

 

 


Eventi in Italia per Tipologia

Antiquariato e Collezionismo

Capodanno

Carnevale

Concerti

Congressi e Convegni

Cortei Storici Feste Medievali

Eventi Beneficenza

Eventi Enogastronomici

Eventi Sportivi

Festa della Donna

Feste della Birra

Feste e Manifestazioni

Feste religiose e patronali

Fiere

Halloween

Mercatini

Natale Presepi e Mercatini

Notti Bianche

Mostre

Pasqua

Raduni

Sagre

San Valentino

Sfilate Moda

Spettacoli Teatrali

 
ITALIANODOC
Contatti
Registrazione Strutture
Pubblicità
Siti amici - Link Utili
 

CALENDARIO DELLE PRINCIPALI MANIFESTAZIONI  DI MAMMOLA

 

-   Mercato settimanale del Mercoledì: vendita di prodotti tipici locali.

-  6 Gennaio: chiusura delle Feste Natalizie, in serata processione di “Gesù Bambino” con fiaccolata, dalla Chiesa

   di San Filippo alle Piazze: Magenta, Ferrari e Mercato.

-  Carnevale: Giovedì grasso: tipiche maschere locale con balli, tamburi e farse delle Scuole Medie ed Elementari    

    Domenica e Martedì  sfilate di maschere con festa in piazza.

-  12 Marzo: Festa patronale in onore di San Nicodemo A.B..

-  19 Marzo San Giuseppe: Festa tipica con “pasta e ceci” dopo la processione.

-  Marzo o Aprile: “Anthesteria”, l’antica Festa si svolge in Primavera con la visita del Borgo Antico con la

    tipica degustazione dei piatti tradizionali.

-  Aprile - Maggio: Manifestazioni scolastiche al Parco Museo Santa Barbara.  

 

-  Periodo Pasquale: Domenica delle Palme, benedizione delle Palme e rami d’ulivo alla Chiesa Annunziata,

    poi breve Processione fino alla Chiesa Matrice. - Sera di Giovedì  Santo, visita ai  Sepolcri nelle Chiese.

    Processione del Venerdì Santo (con la Madonna Addolorata e Cristo Morto) al Monte Calvario.

    Processione Domenica di Pasqua con la  “Sbelata” (incontro tra la Madonna e Cristo Risorto) in Piazza Ferrari.

    Domenica successiva a Pasqua, Processione dell’Annunziata.

-  1° Maggio: gara di pesca al Laghetto Montano Marzanello.

-  12 Maggio Domenica successiva: Festa al Santuario di San Nicodemo A.B. alla Limina, (il Santuario, è stato

    incluso negli itinerari della Calabria del “Giubileo 2000”, abitato da un Monaco è aperto tutto l’anno).

Marzo – Aprile – Maggio - Giugno: Escursioni Trekking.

-  13 Giugno: Festa di Sant’Antonio di Padova con i bambini vestiti di abiti bianchi con in mano un giglio e

    distribuzione dei pani.

-  Maggio:Corpus Domini”, Processione nel Centro Storico con visita delle Chiese e Altarini, con lancio di fiori

    di papaveri e ginestra, in tutti i balconi sono esposte coperte fatte al telaio.

-  I^ Domenica di Giugno: “Sagra della Ricotta affumicata” degustazione della Ricotta nel Borgo Antico.

-  II^ Domenica di  Giugno: “Giornata Diocesana dei Giovani” al Santuario di San Nicodemo alla Limina.

-  Tutti i Venerdì di Luglio e Agosto: Pellegrinaggio a piedi, (raduno largo Magenta ore 6,00) percorrendo il

    Sentiero dei Greci “la Seja” per raggiungere il Santuario di San Nicodemo A.B..

-  Luglio:  Manifestazione culturale–enogastronomica con gemellaggio tra la Pro Loco di Rivarolo e la Pro Loco di  Mammola.

-  Luglio: Carovana di auto d’epoca.

-  Luglio-Agosto: Torneo di Calcetto San Nicodemo.

-  Luglio – Agosto – Settembre: Manifestazioni artistiche e culturali al Parco Museo Santa Barbara.

-  Luglio - Agosto - Settembre: Feste e manifestazioni del “Buon ritorno e dell’ospitalità”.

-  9 Agosto: “Sagra dello Stocco”, degustazione della pietanza servita in tegami di terracotta, con canti,balli,  

    spettacoli folkloristici, fuochi  d’artificio della tradizionale “Pupazza infuocata” al ballo della tarantella.

-  II^ Domenica di Agosto: Località Reito – Festa delle Frazioni in onore a “San Nicola di Bari”.

-  11 Agosto: “Festa del Volontariato”  Regionale.

-  15 Agosto: Villaggio Limina  –  Festa della “Madonna dell’Assunta” e della Montagna.

-  Agosto: “Sapori di Funghi”,  serata gastronomica.

-  Agosto: Serata musicale con cantanti locali.

- 21 Agosto: Danilo Montenegro, sestetto – Vittorio Mezza, pianoforte - Stefano Pagni, contrabasso  (Edizione Speciale

   di Roccella Jazz)

-  Venerdì , Sabato  e la Prima  Domenica di Settembre: Grandi festeggiamenti tradizionali in onore di San Nicodemo A.B.,

   Venerdì mattina Pellegrinaggio a piedi al Santuario alla Limina.

   Sabato pomeriggio Processione del Santo  con le Reliquie alla Grancia Basiliana di San Biagio. - Spettacolo in Piazza.

   Domenica mattina Processione del Santo per le vie del paese. -  Spettacolo in piazza con MINO RAITANO e fuochi d’artificio.

-  IV^ Domenica di Settembre: Festa di San Cosimo e Damiano.

- Settembre – Ottobre - Novembre: Escursioni Trekking e raccolta di castagne e funghi (richiesta la tessera)

-  II^ Domenica di Ottobre: Festa di Maria S.S. del Rosario.

-  Ultima Domenica di Ottobre: “Festa del Fungo” e dei prodotti della Montagna, degustazione di Funghi  

   cucinati in vari modi, patate, fagioli, zucca gialla, castagne, caldarroste, noci, fichi secchi, vini locali.

-  11 Novembre:Vino novello con “ Zeppolata” e caldarroste  in piazza.

-  7 dicembre  “Sapori in festa” festa in piazza con assaggi di prodotti tipici locali. (olio nuovo, pane pizzata

    e casereccio, frittelle di stocco, salcicce arrostite, zeppole, fagioli e peperoni, vino locale ecc.).

-  Feste Natalizie:Festa delle Capanne” degustazione dei prodotti tipici natalizi – Processione di  mezzanotte di   

   “Gesù Bambino” con canti natalizi al suono di zampogne e pifferi -Tradizionale Babbo  Natale con l’asino che  

  porta doni ai bambini - Concerto di Santo Stefano - Presepe artistico in Piazza Ferrari.


XXVII  SAGRA  DELLO  STOCCO

Mammola  9  agosto  2005

 

Importante appuntamento ogni anno, alla tradizionale “SAGRA DELLO STOCCO” nelle Piazzette del Borgo antico medievale di Mammola Martedì 9 Agosto, con inizio alle ore 18.00, per  la degustazione dello “Stocco”  (pescestocco o stoccafisso) cucinato in vari modi secondo le tradizionali ricette mammolesi per gustare gli antichi sapori del passato, viene servito in tegami di terracotta (tianeji). La “Sagra”  per  la sua tipicità è tra le più importanti manifestazioni di gastronomia della Calabria e d’Italia e richiama migliaia di turisti nostrani e stranieri. La “Sagra” si svolge per le vie del Borgo medievale dove si possono ammirare oltre alle bellezze del Borgo, le Chiese antiche e i Palazzi nobiliari, le mostre di artisti locali e stand artigianali, tutto in un clima di festa folcloristica, con balli, canti, suoni e spettacoli vari, ai tradizionali balli dei ”Giganti” per le vie del Borgo, nella Piazzetta di San Giuseppe saranno presenti tutta la giornata una carovana di artisti “Purana Festival” promossa da MU.SA.BA., nella storica Piazza Ferrari serata di grande spettacolo alle ore 21,00 con il “Festival Internazionale del Folklore”, provenienti della Serbia, Polonia, Ucraina, Macedonia e tanti altri gruppi di altre nazioni. La chiusura della “Sagra” è prevista a mezzanotte in Piazza Ferrari con il ballo della famosa e caratteristica “Pupazza infuocata” al ritmo della tarantella.

Mammola, “Paese dello Stocco” così viene chiamato da sempre, è punto di riferimento turistico e gastronomico della popolazione calabrese e per i turisti che si trovano in Calabria e nella vicina Sicilia.

Per le sue particolari caratteristiche e qualità di prodotto tipico lavorato con tecniche artigianali, lo “STOCCO DI MAMMOLA” ha ottenuto il massimo riconoscimento tanto da essere incluso nell’Elenco Nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali  (Suppl. Ord. G.U. n. 167 del 18-7-02 pag.13 N°201).

Il merluzzo pescato nei Paesi del Nord Europa viene accuratamente selezionato, i più grossi, dopo essere stati puliti vengono, appesi su impalcature di legno per essiccarli al sole e alla gelida  pulita aria artica, diventeranno Pescestocco o Stoccafisso, che nel meridione d’Italia viene chiamato comunemente “STOCCO”. Alla fine di questo processo di conservazione naturale, il pesce viene importato in Italia per essere trasformato, da prodotto duro e secco in alimento commestibile è necessario eseguire una lavorazione esclusivamente artigianale, consistente nella pulizia e nella messa in ammollo per diversi giorni, in acqua corrente di buona qualità. E’ evidente che l’acqua assume particolare rilevanza per la buona riuscita del prodotto finale. Le acque che scorgono dalle numerose sorgenti montane appenniniche Aspromonte-Serre di Mammola, hanno una particolare composizione chimico-fisica, ricca di sostanze oligominerali, che combinandosi tra loro, determinano una perfetta maturazione dello “Stocco” in ammollo, esaltandone le  qualità, ed ottenendo così un prodotto bianco, grosso e molto saporito. E’ questa, la ragione principale, insieme alla professionalità di chi lo lavora, che determina da secoli la produzione di un ottimo “Stocco”. Nel tempo, in cucina, combinato con ingredienti della dieta mediterranea e preparato in maniera antica, è divenuto il piatto tipico di Mammola e tra i più importanti della Calabria e d’Italia. Il pesce ha un alto valore alimentare, se si pensa che un chilo di “Stocco” corrisponde, infatti, a quasi cinque chili di merluzzo fresco.  

 

Come si arriva a Mammola:

Strade:-Autostrada A3 SA-RC svincolo Rosario, S.G.C. Jonio-Tirreno (Rosarno-Gioiosa) uscita Mammola;

           - dalla S.S. Jonica 106 (E90), S.G.C. Jonio-Tirreno uscita Mammola;

           - dalla S.S. 281 Marina di Gioiosa J.- Rosarno.

Treni: - FS a lunga percorrenza Stazioni di Rosarno e Gioia Tauro (sul Tirreno);

           -  Stazione di Marina di Gioiosa  Jonica (sullo Jonio).

Autobus:   - da Reggio Calabria, Rosarno, Gioia Tauro, Marina di Gioiosa Ionica, Siderno, Locri.

Aeroporti: -  Reggio Calabria e Lamezia Terme.


MAMMOLA PAESE D'ARTE TURISTICO E GASTRONOMICO

 

La cittadina è posta sul versante Jonico della Calabria, tra l’Aspromonte e le Serre, al centro tra il mare e la montagna lungo la S.G.C. Jonio-Tirreno del valico della Limina. Abitato fin dai tempi della Magna Grecia, le sue origine risalgono al IV – V Sec. a C., fu fatta sorgere sulle rovine di Malea o Melea, colonia locrese ricordata da Tucidide.

            Dai fasti della civiltà Bizantina alle soglie del terzo millennio, Mammola e stato sempre un centro, in cui si sono armonicamente fusi  Arte, Storia, Cultura, Folklore, Montagna e Gastronomia.

            Dapprima luogo-rifugio dei monaci bizantini, stabilitisi intorno ai Sec.li  IX-X, è poi divenuto, grazie al loro contributo e alla loro esperienza un centro fiorente di molteplici attività, quali la lavorazione della seta, lo sviluppo di lussureggianti aranceti e uliveti, dell’artigianato, la costruzione dei primi mulini ad acqua secondo tecniche più avanzate, lo studio delle lettere e delle scienze, la ricopiatura e la miniatura dei testi classici, l’istituzione delle prime scuole per il popolo.

Della loro secolare presenza restano ancora l’Abbazia di San Biagio e la Grancia di Santa Barbara (Sec.XI), quest’ultima sede del rinomato Museo di Arte Moderna fondato dal famoso pittore Nik Spatari, che ogni anno richiama centinaia di artisti di tutte le parti del mondo per partecipare a mostre ed  ad altre iniziative culturali di grande pregio e di notevole spessore. Nel Parco Museo Santa Barbara si possono ammirare numerose sculture di artisti famosi, è di Spatari  il  più importante capolavoro: “Il Sogno di Giacobbe”.

Il paese, conserva  tutta la sua fascinosa  bellezza Centro  Medievale con le sue viuzze da Kasbah (Casba), pittoresche Piazzette (Ferrari, Magenta, Del Parlamento, Largo Pace, San Giuseppe), le casette ricadenti le une sulle altre e i  superbi Palazzi (De Gregorio, Ferrari risalenti all’epoca feudale delle “jus primae noctis”, Del Pozzo, Florimo, Spina, Piccolo, a “Gellario” dei Barillaro di epoca più recente), splendidi per lo stile architettonico che va dal classico al barocco o al moresco, edificati dal XVI Sec. in poi. Un cenno a parte merita la Casa Tarantino risalente al XIV Sec. e naturalmente le Chiese, veri capolavori dell’arte architettonica e pittorica: la maestosa  Matrice, (Sec.XII) a tre navate, la cinquecentesca Chiesa della SS. Annunziata, quella della Madonna del Carmine e di San Filippo Neri, (Sec.XVI). 

Particolare menzione merita il Santuario di San Nicodemo, Patrono della cittadina, vissuto nel Sec.X, fondatore dell’omonimo Monastero sul monte Kellerano (Cellerano), a tre Km del Passo della Limina, il Santuario ricade nel Parco Nazionale dell’Aspromonte ed è punto di riferimento storico, religioso e spirituale, da moltissime persone, essendo considerato tra i più importanti Santi della Calabria. Oggi dimora di un Monaco anacoreta ed è meta di turisti e fedeli tutto l’anno. La festa si celebra la Domenica successiva al 12 Maggio (nascita) e rappresenta un momento d’incontro di fedeli che provengono da ogni parte della Calabria. Le altre due feste del Santo si celebrano a Mammola il 12 Marzo (morte) e la prima Domenica di Settembre, in ricordo della traslazione delle reliquie dal Santuario  a Mammola dove sono conservate ed esposte nella Cappella della Chiesa Matrice.

            Un’altra stupenda attrattiva è la Cucina Mammolese divenuta di grande attualità per i suoi inconfondibili sapori di antico stampo, ancor più valorizzata dal famoso “ ”Stocco” ”, una vera leccornia, un fiore all’occhiello di tutte le pietanze prelibate che l’arte culinaria locale possa offrire.

Appunto, per questo tipico piatto, il 9 agosto di ogni anno,  si svolge la tradizionale “Sagra dello stocco” con balli e canti alla ricottara, suoni con antichi strumenti paesani, ciaramelle, pipite, tamburelli, un’occasione più unica che rara che richiama migliaia e migliaia di turisti nostrani e stranieri, tanto da essere inserita, per la sua tipicità, tra le più importanti manifestazioni di gastronomia della Calabria e d’Italia.

Altri prodotti di grande richiamo: la pizzata (pane di mais), la ricotta affumicata, i formaggi caprini, ormai rari; i salumi genuini al peperoncino, vera ghiottoneria sono le melanzane ripiene alla mammolese, i dolci a base di ricotta, l’olio d’oliva, e poi i prodotti di montagna: noci e castagne, e del sottobosco: funghi, asparagi, fragole, mirtilli, lamponi, da raccogliere durante le passeggiate o i trekking nel vasto bosco mammolese. 

Altri appuntamenti importanti da ricordare sono: 

la “Festa del fungo” e dei prodotti della montagna,  il tutto in un gustoso assaggio  di funghi, cucinati in vari modi, castagne, caldarroste, noci e fichi secchi, vini locali ecc. e tante bancarelle che vendono prodotti tipici locali. La festa si svolge l’ultima domenica di ottobre di ogni anno;

la ”Festa dei sapori” si svolge nel mese di dicembre con assaggini di piatti tipici locali, preparati in maniera antica, dove si possono  gustare gli antichi sapori;

“Anthesteria”  la festa delle antiche popolazioni della Magna Grecia,  che oggi si svolge in Primavera  con la visita del Borgo Antico e la degustazione dei piatti tradizionali.

I visitatori ed i turisti sono tanti, non solo nel periodo estivo, ma anche nel corso dell’intero anno. Con la sua posizione invidiabile lungo la S.G.C. Jonio-Tirreno, a due passi dal mare e dalla montagna, si raggiunge facilmente per la sua centralità, sia dalla Locride che dalla Piana di Gioia Tauro-Rosarno che dalla costa del Vibonese. Mammola è anche Porta d’Accesso del Parco Nazionale dell’Aspromonte. Dopo la visita al Borgo Medievale, con i Palazzi Nobiliari, le antiche Chiese, le donne al telaio, il mulino ad acqua è interessante conoscere il Parco Museo Santa Barbara, il Santuario di San Nicodemo dove termina il Parco Nazionale dell’Aspromonte e iniziano le Serre Calabre, la nota località Limina, il Laghetto Marzanello, il Rifugio Montano, le aree attrezzate per il pic-nic con acque di sorgenti naturali, e i numerosi percorsi trekking, la giornata si può concludere con acquisti,  pranzi e cene nei rinomati ristoranti e trattorie, ove si  possono gustare i tipici piatti della cucina mammolese e calabrese.

Da tempo ormai Mammola e considerata punto di riferimento turistico e gastronomico della popolazione calabrese e da molti turisti che soggiornano in Calabria e nella vicina Sicilia. 


 

SENTIERI  NATURALISTICI NEL  TERRITORIO  DI  MAMMOLA

 

1)     Dal Passo del Mercante al Passo della Limina: Parco Nazionale dell’Aspromonte.

        Sentiero Italia - Club Alpino Italiano - tappa N° 54.

2)     Dal Passo della Limina a Mongiana: Sentiero Italia - Club Alpino Italiano - tappa N° 55.

3)*   Sentiero dei Greci: (Comune di Mammola) - Parco Nazionale dell’Aspromonte.

        Mammola-Fiume Torbido-Passo Sella-Santuario di San Nicodemo-Passo della Limina.

4)*   Dai Piani della Limina al Santuario di San Nicodemo: (Comune di Mammola) -  Parco Nazionale  

        dell’Aspromonte. Villaggio UNRRA-Passo della Limina-Abeto-Santuario di San Nicodemo,

        (Ricade nel Sentiero dei Greci).

5)*   Vallone-Schioppo di Salino: (Comune di Mammola) - Parco Nazionale  dell’Aspromonte

        (Ricade nel Sentiero dei Greci).

6)*   Risalendo il Chiaro: (Comune di Mammola).

         Mammola-Fiume Chiaro-Passo Liguttia-Cami-Villaggio UNRRA-Passo della Limina.

7)*   Monte Scifo: (Comune di Mammola), ad anello. Borgo Chiusa-Tripitita -Monte Scifo.

8)     Rifugio Montano- Monte Seduto: (Comune di Mammola), ad anello.  

        Rifugio Montano-Valle Spana – Cresta del Prete – Monte Seduto.

9)     Rifugio Montano-Casermetta Vardaro: (Comune di Mammola), ad anello.

        Rifugio Montano-Valle Spana-Laghetto Marzanello-Casermetta Vardaro.

10)    Passo delle Due Strade-Acquafredda-C/da Seduto-Laghetto Marzanello: (Comune di Mammola),

        ad anello.  

11)   Mammola-Fiume Chiaro-Corvo- SS. 281-Papuzzi: (Comune di Mammola), ad anello.

12)* Fiume Neblà-Valle Spana - Rifugio Montano- Guardaro: (Comuni di Grotteria e Mammola).

13)   Strada della Magna Grecia Locri Epizefiri-Medma Rosarno: (Prima Tappa: Locri- Fiume Torbido-  

        Santuario San Nicodemo-Passo della Limina (Comuni di Locri, Siderno, Grotteria e Mammola).

 

NB: * Sentieri finanziati con i fondi della Misura 1.5 del POR Calabria.


PERNOTTAMENTO E RISTORAZIONE

 

Pernottamento:

 

- Azienda Agrituristica “Cannazzi”  Tel. 0964.418023 – 338.7337229  (pernottamento e ristorazione),

  Località Cannazzi a 500 mt. del centro abitato.

- Rifugio Montano “Valle Spana”  Tel. 0964.414598 – 339.7888079  (pernottamento e ristorazione),

  Località Valle Spana a 7 Km del centro abitato

- Azienda Agrituristica “San Nicodemo” Tel. 0964.414999 – 338.5463731 (pernottamento e ristorazione),

  Località  San Nicodemo a 13 Km del centro abitato. (S.G.C. Jonio-Tirreno uscita LIMINA) “Prossima Apertura”

- B&B “San Giuseppe” di Macrì Vincenzo Tel.0964.414760 (Centro Storico)

- B&B “Malea” di Rosa Furfaro Tel. 0964.414239 (Centro Storico)

 

Ristorazione:

 

- “Il Mulino” 

  Via Mulino - Tel 0964.418072

- “Moulin Rouge”

  Via O.Zavaglia - Tel  0964.414413

- “La Viola” 

  Via Mulino  - Tel 0964.414954  

- “Santa Barbara”

  Località, Santa Barbara a 2 Km dal centro abitato – Tel. 0964.414401 

- “La Bottega dei Sapori”

  Largo Magenta – Tel. 0964.414432

- “Lino”

  Via Sigillò – Tel. 0964.418080

- “La Rusticheria”

  Via Roma – Tel. 339.1473066

- “Passo del Mercante” -  Località, Passo della Limina  a 13 Km dal centro abitato – Tel. 0964.410777  

   (S.G.C. Jonio-Tirreno uscita LIMINA)

- “Miramonti” -  Località, Passo della Limina a 13 Km dal centro abitato – Tel. 0964.414351

   (S.G.C. Jonio-Tirreno uscita LIMINA) 


IMMAGINI
 

AGRITURISMO: Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

ALBERGHI: Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

CAMPEGGI: Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

CATERING: Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

ENOTECHE: Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino Alto Adige - Umbria - Valle d'Aosta - Veneto

RISTORANTI: Abruzzo - Basilicata - Calabria - Campania - Emilia Romagna - Friuli Venezia Giulia - Lazio - Liguria - Lombardia - Marche - Molise - Piemonte - Puglia - Sardegna - Sicilia - Toscana - Trentino Alto Adige - Umbria - Valle D'Aosta - Veneto

 

ITALIANODOC (© 2004-2015) - tutti i diritti riservati - Cookie - Privacy - Registrazione

Il sito non costituisce testata giornalistica  -  Partiva IVA: 01543360992